AC Virtus Bolzano

La Nostra Storia

Entusiasmo, intraprendenza, valori. Sono i requisiti principali che animano l’impegno dell’Ac Virtus Bolzano, “neonata” protagonista nel panorama calcistico altoatesino e nazionale. Lo scudetto dell’AC Virtus Bolzano ha cominciato a proiettare la sua immagine nel 2016, frutto della fusione avvenuta tra i biancorossi del Bolzano-Bozen 1996 e i biancoverdi della AS Virtus Don Bosco. Due poli calcistici, maggiormente rappresentativi del tessuto connettivo bolzanini, che hanno deciso di fondere assieme idee e risorse realizzando una importante piattaforma.

Entusiasmo, intraprendenza, valori che viaggiano spediti grazie al know how trasmesso dalle “società madri” che, nel 2016 ha passato la palla all’AC Virtus Bolzano. Società diretta da un leader a tutto tondo come il presidente Robert Oberrauch, ex capitano della nazionale di hockey e grande sportivo, le cui idee hanno plasmato una squadra di dirigenti professionali e lungimiranti, i quali, al di fuori del rettangolo di gioco, delineano gli scenari attuali e futuri della società, sostenuti dal grande entusiasmo, dalla forte intraprendenza e nel rispetto dei valori etico-sportivi.

L’AC Virtus Bolzano è la squadra della città, la compagine che meglio rappresenta il capoluogo altoatesino, una comunità nella comunità, il cui spessore è valorizzato dal patrimonio di un Settore Giovanile all’avanguardia, centro di gravità per i giovani bolzanini formati e sviluppati sia alla pratica calcistica, sia anche nel diventare maturi protagonisti nella società bolzanina.

  • 1931Nasce AC Bolzano

    Viene redatto l’atto costitutivo della AC Bolzano
  • 1936-1937Passaggio alla "Veneta"

    La società viene sciolta e i giocatori passano in blocco alla “Veneta” del rione Oltrisarco
  • 1937Nuova Società

    Viene costituita l’Associazione Calcio Bolzano, una nuova squadra che viene affidata a Nando Benini
  • 1938Promozione Serie B

    Il Bolzano ottiene la prima promozione in Serie B, ma la stagione successiva i biancorossi decidono, per mancanza di fondi, di non partecipare al Campionato nazionale
  • 1945Nasce Virtus Don Bosco

    Nasce la Virtus Don Bosco, con cui il Bolzano si fonderà ben 70 anni dopo
  • 1947Seconda promozione in serie B

    Terminato il periodo buio della Seconda Guerra Mondiale, sotto la presidenza di Georg Knoll il Bolzano ottiene la seconda la promozione in serie B, ma viene retrocessa l’anno dopo
  • 1959-1979Anni indimenticabili

    I biancorossi sfiorano di nuovo la cadetteria nel ’59-60’, centrando la seconda posizione staccati di un solo punto dalla Pro Patria. Sono anni indimenticabili, con lo stadio Druso pieno e grandi personalità in panchina. La stagione del ’78-’79 è quella di fine delle primavere in Serie C
  • 1985-1986Fusione con l’Oltrisarco

    arriva la fusione con l’Oltrisarco, passaggio che segna la rinascita del sodalizio e l’inizio delle stagioni in Serie D
  • 1995-1996Retrocessione in Eccellenza

    C’è la retrocessione in Eccellenza e il cambio di denominazione in FC Bolzano 1996. Il terzo millennio è un arco temporale che segna il ritorno in serie D ma anche un declino che culmina con la partecipazione al campionato di Promozione, categoria alla quale il Bolzano rinuncia definitivamente nella stagione 2015-2016
  • 2012Il nuovo Presidente

    Robert Oberrauch succede a Veleo Sgarbi nella Presidenza della AS Virtus Don Bosco, una società che ha rappresentato un punto di riferimento importante per i giovani calciatori locali
  • 2015Nasce AC Virtus Bolzano

    avviene la fusione tra FC Bolzano 1996 e AS Virtus Don Bosco e nasce la la AC Virtus Bolzano
  • 2015-2016La triplete

    Sotto la Presidenza di Robert Oberrauch, la AC Virtus Bolzano ottiene la triplete composta da promozione in Serie D, Coppa Italia regionale e Coppa Italia provinciale
  • 2016-presenteOggi

    La formazione bolzanina guidata da mister Alfredo Sebastiani milita stabilmente nel Campionato di Serie D, arrivando a sfiorare la promozione in Serie C nella stagione 2018-2019
winspark-it.com